La Svizzera Pesciatina & la Pieve di Castelvecchio
 
La Svizzera Pesciatina
La porta della Svizzera pesciatina Pietrabuona, posta in posizione strategica, nel Medio Evo fu teatro di sanguinose guerre. Cos chiamata per le cave di pietra serena, conserva resti delle antiche mura, della Rocca e della porta di accesso.
Dopo 4 chilometri a 550 metri sul livello del mare si trova Medicina. Delle antiche fortificazioni rimangono ancora alcuni torrioni semicircolari ed i resti di una galleria sotterranea.
Fibbialla il paese meno popolato, sorto su alcune terrazze naturali in mezzo ai vigneti ed agli oliveti, rappresenta un bellissimo punto di osservazione sulla Val Torbola.
Ad Aramo, con le antiche case a picco sullo strapiombo che sovrasta la valle del Pescia, esistono cantine e stalle scavate nella roccia e collegamenti sotterranei, che in caso di assedio permettevono la fuga nella campagna.
Sorana, anch'essa su un poggio, prede il nome dalla rocca "sovrana" di cui sono ancora visibili i resti nella parte alta del paese. Nella chiesa di S.Pietro e Paolo si possono ammirare cinque altari, un pulpito ed una fonte battesimale, tutti in pietra serena.
Sul versante orientale del monte Battifolle si incontra San Quirico, con i resti della sua cinta muraria risalente al XIII sec..
Castelvecchio famosa per la Pieve del XII secolo, dedicata ai Santi Ansano e Tommaso, e rappresenta il pi importante monumento romanico della Valdinievole. Una porta quasi intatta introduce alla piazza del paese delimitata da un bel loggiato e da una fontana in pietra serena. Nel centro di Castelvecchio si trova la sede dell'ex Compagnia del Santissimo Rosario, un edificio costituito da un unico vano decorato completamente. Gli affreschi databili intorno al XVII secolo sono di anonimo.
Sul versante settentrionale del monte Battifolle c' Stiappa. Il paese privo di mura era un borgo fortificato mediante linee di case serrate che presentavano feritoie al pian terreno. La chiesa di impianto romanico dedicata a S.Maria Assunta.
Pontito si presenta a forma di ventaglio rovesciato al cui vertice c' la chiesa dedicata ai SS.Andrea e Lucia, di impianto romanico fu restaurata nel 1497. Resti della rocca e delle mura sono ancora visibili sempre nella parte alta del paese.
Infine il capoluogo della svizzera pesciatina, Vellano che fu comune autonomo fino al 1929. Nella parte superiore del paese si notano i ruderi della rocca e delle mura, in quella bassa la Pieve con il bel Campanile.

La Pieve dei Santi Ansano e Tommaso

Situata nel paese di Castelvecchio ricordata nelle carte lucchesi fin dall'879. L'attuale edificio risale all'XI-XII secolo, la facciata divisa da due ordini di arcate sovraposte e presenta un motivo ad archi ciechi poggianti su mensole cuneiforme. La maggior parte di queste mensole della fine del XIX secolo, quando l'edificio sub un restauro che comporto l'asportazione e sostituzione di alcuni elementi. La parte pi interessante della Pieve la zona absidale con decorazioni originali del secolo IX e XI. L'interno della chiesa diviso in tre navate da archi a tutto sesto che poggiano su pilastri in pietra serena e capitelli con motivi geometrici e vegetali. Gli stessi elementi ornamentali sono sull'arco all'ingresso della cripta (XI-XII secolo). La chiesa conserva un'acquasantiera con una tazza romanica poggiante su una pila ottocentesca.

Termini artistici:
Arcata: arco sorretto da pilastri o colonne.Ne esistono varie tipologie
( a tutto sesto, ad arco ribassato, a sesto acuto).
Mensola: elemento architettonico sporgente dalla parte e usato come sostegno o piano d'appoggio.
Abside: nicchia semicircolare dietro l'altare.
Capitello: parte terminale superiore di una colonna che ne sottolinea la funzione portante, collegandola all'architrave.
Architrave: trave in pietra poggiante su pilastri o colonne.
Cripta: Sale sotterranee della chiesa, in genere situate sotto il presbiterio. Spesso le chiese venivano costruite su antiche cripte.
Presbiterio: in origine era lo spazio destinato al sacerdote. Oggi indica lo spazio del coro e dell'abside.
Coro: spazio della chiesa riservato ai cantori, situato nella parte terminale della navata centrale.